Alpe di Siusi

SABATO 24 E DOMENICA 25 GIUGNO 2016 ALPE DI SIUSI – Rif. TIRES – PASSO SELLA

 

La famosa “2 giorni del CAI” finalmente è arrivata. Il filo conduttore di questo weekend è stato lo “STUPORE”.
Al mattino del sabato a Bolzano la visita al museo archeologico per un tuffo nel passato. L’incontro con Otzi, l’uomo venuto dai ghiacci, vissuto nel Neolitico. STUPORE per ciò che 5000 anni fa l’uomo progettava e costruiva senza un briciolo di tecnologia, di cui oggi noi non possiamo fare a meno.
rif-tires-01Nel pomeriggio, già pronti per intraprendere il cammino verso il rifugio Tires, veniamo colti da una potente grandinata e troviamo rifugio in un bar della località Campaccio. Stentiamo a crederci: l’estate dovrebbe regalarci sole, cieli azzurri, caldo ed invece CI SORPRENDE con improvvisi forti temporali che ci lasciano senza parole. Ma, passato il peggio, come dei veri temerari, affrontiamo la salita ed arriviamo al rifugio Tires: di nuovo INCREDULITA’ per l’ordine, il profumo di legno nuovo, altro che rifugio, questo sembra un vero e proprio albergo in alta quota!
La mattina della domenica … cielo sereno … ma, il tempo di prepararci, e di nuovo le nuvole ci accompagnano. Partiamo per il nostro giro e questa volta di STUPORE ce n’è veramente da vendere: le Dolomiti con la loro imponente bellezza la fanno da padrone, il verde dei pascoli offre rifugio ai nostri amici animali, le vallate sembrano dipinte. Nel tragitto ci fanno compagnia le marmotte che sembrano non essere disturbate dalla nostra presenza: in fondo c’è sempre un posto per tutti.
Intanto un timido sole ci permette di raggiungere il rifugio Sandro Pertini, dedicato al nostro “amato” presidente (i giovani non lo sanno, ma ci STUPIVA sempre con la sua simpatia). Ci concediamo una bella sosta per il pranzo, il gioco e, perché no, l’abbronzatura. Poi, in breve tempo, raggiungiamo il passo Sella dove ci aspetta il pullman per il ritorno a casa.
Il viaggio è sempre molto animato: le voci perenni dei bambini che hanno sempre una buona scorta di energia, le risate degli adulti, il classico film del ritorno, la fermata all’autogrill. Quest’anno poi un’esperienza nuova: a Bergamo ci troviamo immersi in un vero e proprio nubifragio. Oltre lo STUPORE per un evento mai visto prima, si aggiunge un po’ di paura: ci fermeremo? Il viaggio proseguirà in un fiume di pioggia? Tranquilli! Marco, il nostro simpatico autista, ci permette di raggiungere casa guidando con prudenza e sicurezza: Bravo!
Eh che dire di questa “2 giorni”?: avventurosa, imprevedibile, bellissima.
La natura, ancora una volta, ci ha offerto un insegnamento importante: non sempre noi uomini possiamo avere il controllo su tutto, a volte dobbiamo solo stare a guardare …..MERAVIGLIATI!!
Appuntamento con le stelle, sabato 2 giungo al Cornizzolo.
Claudia

Condividi i nostri articoli
Facebook

Lascia un commento